La realtà

Tra cocci di bottiglia e calcinacci,
mi troverai vestito con i peggio stracci,
a mendicare abbracci, a discutere coi pazzi della vita, di come inizierà e di com'è finita.

Tra ignote madri di famiglia e fratellastri
Questa notte non mi guideranno gli astri
Senza vincastri su per la salita, il buio nasconde ogni via d'uscita.

Che sia lontano miglia o pochi passi,
Casa mia è come fosse casa d'altri
Quando con me stesso non c'è più sfida, io rimango fermo ma il mondo gira.

La realtà mostra un uomo com'è
La realta smentisce tutti gli schemi e i cliché
apparentemente senza un perché
è difficile aprire gli occhi.

La realtà ingannevolmente ti dà
violente illusioni, urta senza pietà.
In cambio reclama la tua cieca lealtà.
Fratello adesso asciuga gli occhi.

Resto qui.

Impetuoso soffia il vento, ma io ancora resto fermo in piedi.

Ancora qui.

Come radici nel cemento, mentre il cuore pulsa lento.

Veri dolori e falsi incanti
Spenti colori e oscurità brillanti
Tutta l'umanità che aspetta in fila per una ricompensa che non arriva.

Ipocrisia e brutalità le loro armi
Branchi di sciacalli mi dilaniano le carni.
Cosa scatena quest'offensiva? La loro fame o la loro ira?

Tra vetri rotti e sogni infranti
Lei ne sceglie pochi, ma ne chiama tanti.
Quelli più avanti sono ormai distanti.
Respira, respira.

La realtà mostra un uomo com'è
La realta smentisce tutti gli schemi e i cliché
apparentemente senza un perchè
è difficile aprire gli occhi.

La realtà ingannevolmente ti dà
violente illusioni, urta senza pietà.
In cambio reclama la tua cieca lealtà.
Fratello adesso asciuga gli occhi.

Resto qui.

Impetuoso soffia il vento, ma io ancora resto fermo in piedi.

Ancora qui.

Come radici nel cemento, mentre il cuore pulsa lento.

Un atto di realtà è ciò che domando, perchè di fatti astratti è fatto il mondo.
Distratti su comando in fondo agiamo per riflesso, non per volontà: ricordo un tempo era concesso ai sogni d'essere realtà.
Tempo delle mele, tempo delle pere, mo' tempo reale, ci dicono anche cosa immaginare:
la realtà è virtuale, il valore è nominale, mentre chi comanda c'ha un palazzo sempre più Reale.
Zero scelte, zero compromessi, i sogni che si fanno son gli stessi e pur d'essere ammessi
si fanno carte false, si spaccian per reali, tanto nella massa si risulta tutti uguali.
Tutto passa, tutto vale, tutto fa spettacolo: un gioco di prestigio e tutti gridano al miracolo.
Usando solo gli occhi tutto quanto è un'illusione: l'immagine ha rubato alla realtà l'immaginazione.

La realtà mostra un uomo com'è
La realta smentisce tutti gli schemi e i cliché
apparentemente senza un perchè
è difficile aprire gli occhi.

La realtà ingannevolmente ti dà
violente illusioni, urta senza pietà.
In cambio reclama la tua cieca lealtà.
Fratello adesso asciuga gli occhi.

Aprire gli occhi.

La realtà ingannevolmente ti dà
violente illusioni, urta senza pietà.

Asciuga gli occhi.





Anansi
Bannò, Di Gesù, Galbignani
2011